giovedì 28 agosto 2008

Associazione Culturale Fondo Verri - Presidio del Libro di Lecce

VI edizione de I Luoghi d’Allerta 2008 - Il Salento dei Poeti

visite ed itinerari di spettacolo

Il Fondo Verri, Presidio del libro di Lecce

con

Regione Puglia, Assessorato al Turismo e all’Industria Alberghiera

Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce

Assessorati alla cultura, lo spettacolo e il turismo delle provincie di Lecce, Brindisi e Taranto

Unione dei Comuni del Nord Salento

Le Amministrazioni Comunali di Andrano, Cavallino, Guagnano, Manduria, Porto Cesareo, San Pietro in Lama, San Vito dei Normanni, Torre Santa Susanna, Zollino.

presenta la VI edizione de I Luoghi d’Allerta 2008 - Il Salento dei Poeti

L’itinerario toccherà le provincie di Lecce, Brindisi e Taranto.

Torre Lapillo (Porto Cesareo) il 29 agosto, Cavallino il 31 agosto, Borgo Castiglione di Andrano il 7 settembre, Zollino il 14 settembre, Guagnano il 21 settembre, Torre Santa Susanna il 28 settembre, San Vito dei Normanni il 5 ottobre, San Pietro in Lama il 12 ottobre e Manduria i 19 ottobre

L’inizio delle visite è fissato alle ore 19.30.

“Ripartiamo dal principio, dalla linea di confine guardando il mare, dalle sentinelle di pietra: le torri costiere che segnarono la prima edizione delle visite, con lo sguardo e il pensiero rivolto agli artefici, ai poeti e alla poesia del Salento”.

Poesia di versi e poesia di atti, di pratiche che al presente vogliono tutelare la qualità del territorio salentino.

Per ogni visita i versi di un poeta, un “capitano di torre” che fa l'accoglienza e una guida, un conoscitore della storia locale, tutti insieme, acompagnano il pubblico, in cerca di storie, dell’autenticità dei luoghi, della schiettezza e del fresco vibrare delle parole nascoste, cantate, donate al venir della sera, quando s’acquieta il tempo e la stagione stempera i colori.

Come per ogni edizione la scena è dedicata alle “risorse” creative del Salento voci di una tradizione sempre in movimento con i suoni dal mondo dei Ronam di Rocco Nigro e Nadia Martina, il canto popolare de “La strada de le fimmene beddhre”, di Cinzia Villani, Maria Mazzotta e Carla Maniglio; i suoni medioevali de “La Cantiga de la Serena”, progetto rivolto al recupero ed alla rielaborazione della musica antica del bacino del Mediterraneo, vero e proprio ponte culturale tra Occidente e Oriente, ensemble curata da Giorgia Santoro con Adolfo La Volpe e Vito De Lorenzis e i “Corpi d’Arco” progetto di Francesco Del Prete e Alessandra Caiulo.

E ancora il canto femminile con: “Se ben che siamo donne” di Triace, “Ninna Morella” di Cinzia Villani, “Il Viola di Maria” di Maria Mazzotta, "Frunte de luna” di Enza Pagliata e ancora Raffaella Aprile, Lorena Cafueri, Emanuela Gabrieli, Alessia Tondo. I musicisti Emanuele Licci, Gianluca Longo, Roberto Gagliardi, Livio Minafra, Vincenzo Mazzone, Carla Petrachi. I poeti Vito Antonio Conte, Giovanni Santese, Simone Giorgino, Marthia Carrozzo, Margherita Macrì, Massimiliano Manieri. L’attrice Elena Cantarone con il suo “Marini Vera fu Gaetano”. Le visioni di Carlo Michele Schirinzi. Il recital “Qui, se mai verrai” e tanti altri ospiti che comunicheremo di visita in visita.

In ottobre ospite delle visite l’attrice toscana Elena Guerini con i suoi “Orti insorti”.

Il programma:

E’ venerdì 29 agosto alle ore 19.30 a Torre Lapillo, conosciuta anche come Torre San Tommaso, il primo appuntamento con le visite e gli itinerari di spettacolo de “I luoghi d’Allerta”, edizione 2008. La sesta per una geografia ideale del Grande Salento disegnata camminando, guardando, incontrando la bellezza. Testardamente cercandola anche li, dove desolatamente è oscurata dall'insensibilità.

E, Torre Lapillo, è luogo simbolo di una rinascita e di una attenzione volta alla valorizzazione della particolarità delle nostre coste, la Torre restituita alla sua bellezza e alla sua funzione di “vedetta” oggi è sede di attività di tutela dell’ambiente.

La visita sarà animata dal racconto storico della guida Marco Greco, le musiche saranno a cura dei Ronam di Rocco Nigro e Nadia Martina, i versi quelli di Marthia Carrozzo e Margherita Macrì.

Gli itinerari di spettacolo proposti dal Fondo Verri, proseguiranno di domenica in domenica sino al 19 ottobre, l’inizio delle visite è fissato alle ore 19.30.

Il 31 agosto la meta è Cavallino appuntamento con Federica Mazzotta la guida che con Piero Rapanà accompagnerà gli ospiti, per una passeggiata che dal museo diffuso, cantiere e scuola di archeologia giungerà sino alla Casina Vernazza.

Lungo il cammino, gli stupendi affreschi della galleria del Castello dei Castromediano.

La visita è dedicata alle falde nere del grande cappello di Giuseppe De Dominicis, il mitico Capitano Black. Lungo l’itinerario le voci di Quista è la strada de le fimmene beddrhe di Cinzia Villani, Maria Mazzotta e Carla Maniglio. Ultima sosta presso Casina Vernazza con Vino Amaro, di Enzo Pezzuto telefilm approdato alla BIT di Milano lo scorso febbraio, ispirato ad un articolo di Vittorio Bodini del 1950 sulla produzione vinicola salentina ed è interpretato dal campione mondiale di pallavolo Fefè De Giorgi. A chiudere Aniada trio per la voce di Alessia Tondo, le corde di Adolfo La Volpe e il flauto di Giorgia Santoro.

Il 7 settembre l'appuntamento è a Borgo Castiglione, ad Andrano. Appuntamento per la partenza la Cappella Santa Maria Maddalena, ad accompagnare la visita il prof. Filippo Cerfeda. Ospite della serata La Cantiga de la Serena, musica del Medioevo tra Occidente ed Oriente. Poi Sebben che siamo donne” raccolta di canti al femminile dell’ensemble Triace. La poesia è affidata alle visioni di Carlo Michele Schirinzi.

Il 14 settembre a Zollino in Largo Pozzelle, la guida è Mattia Manco. Le musiche sono affidate a Adria Trio capitanato da Claudio Prima e Corpi d’Arco progetto di Francesco Del Prete e Alessandra Caiulo. I versi sono quelli di Giovanni Santese e Massimiliano Manieri con l’installazione video-poetica di Mantra Doom.

Il 21 settembre, le visite si trasferiscono nel nord Salento, per una passeggiata nel centro storico di Guagnano, guida Maria Degli Atti. Il canto è affidato ad Enza Pagliara per le corde di Gianluca Longo e a Corpi d’arco di Francesco Del Prete e Alessandra Caiulo. I versi sono quelli di “Asilo di mendicità” (Besa) di Simone Giorgino. A chiudere la serata la Banda Adriatica di Claudio Prima

Il 28 settembre a Torre S. Susanna nel centro storico e nella zona dei frantoi ipogei portati alla luce e restituiti alla comunità. Guida sarà Maria Pia D’Apolito. I suoni sono affidati a La Cantiga de la Serena per le corde di Adolfo La Volpe, i flauti di Giorgia Santoro le percussioni di Vito De Lorenzi. Altra voce quelle di Enza Pagliara accompagnata da Gianluca Longo, di Emanuele Licci di Raffaella Aprile e Lorena Cafueri. Lo spazio della poesia è dedicato ai poeti della rassegna Santa Maria di Crepacuore.

Il 5 ottobre Piero Rapanà guidera il pubblico alla scoperta del centro storico di San Vito dei Normanni. La musica è quella di Alma De Tango di Rocco Nigro e Nadia Martina e di Corpi d’arco progetto di Francesco Del Prete e Alessandra Caiulo. La poesia è dedicata agli autori locali.

Il 12 ottobre si torna in provincia di Lecce a San Pietro in Lama. In scena il concerto-recital Qui,se mai verrai… il Salento dei poeti, con Piero Rapanà, Simone Giorgino, Angela De Gaetano e i suoni di Adria. I canti sono quelli di Quista è la strada de le fimmene beddrhe di Cinzia Villani, Maria Mazzotta e Carla Maniglio. Ospite il poeta Vito Antonio Conte.

Domenica 19 ottobre, ultima visita a Manduria, nel centro storico della città. In scena l’esilarante musica creativa di Roberto Gagliardi ai sax, Livio Minafra alla fisarmonica e Vincenzo Mazzone alla batteria e Aniada trio per la voce di Emanuela Gabrieli , le corde di Adolfo La Volpe e i flauti di Giorgia Santoro.

Nessun commento: