venerdì 18 aprile 2008

Storie



(Perdonate l'invasione, ma questa petizione ha una sua "poesia". MM)









Petizione ai vertici provinciali del PD:

Al segretario provinciale dell'ex partito dei Democratici di SinistraSergio Blasi

All'on. Teresa Bellanova
All'on. Cristina Conchiglia-Calasso
Ai compagni di Copertino

Oggetto: sezione PCI di Copertino.

Le scrivo per esprimere il personale disappunto sull’ occupazione della storica sezione del PCI da parte del nuovo Partito Democratico.

La sezione di Copertino, come Lei ben sa, rappresenta il più importante pezzo di storia del PCI della provincia di Lecce. Nella storia del PCI, la sezione di Copertino ha sempre avuto il peso di una federazione parallela per il suo prestigio ed il numero degli iscritti.
Nelle discussioni più animate, quelle più difficili, nelle scelte storiche, il peso della sezione di Copertino è sempre stato rilevante proprio per la sua storia di esercizio di democrazia e civiltà. Frequente era la domanda dei vecchi dirigenti politici nei momenti più cruciali: ''E Copertino che ne pensa?''. Riteniamo che quella sezione dovrebbe essere utilizzata come centro studi o centro di ricerca politica da intitolare a Giuseppe Calasso, quanto meno. Ma se nessuno ha avuto la sensibilità di aprire almeno un minimo di dibattito su questa storia, in preda a dimenticanza o voglia di voltare pagina, è con un certo sconcerto che vediamo spuntare l'insegna ''Partito Democratico'' dove un tempo vi era un simbolo cui, piaccia o non piaccia a qualcuno, almeno chi Le scrive è ancora molto legato e mal si riconosce nel ''nuovo'' soggetto politico.
Siamo d'accordo per la necessaria fusione tra le due componenti, ma a Copertino chiediamo che il PD, se quella deve essere la sezione, paghi un congruo affitto alla proprietà del PCI.
Non si può non evidenziare come con sconcerto apprendiamo che in quella palestra di democrazia e civiltà, alcuni esponenti dell’ex Margherita abbiano aperto le danze della fusione con schiaffi e pugni. Di questo è al corrente l'intero paese. Allora mi sia consentito domandare: oltre al carico di rozzezza ed inciviltà di alcuni suoi esponenti (inedite nella storica sezione dell'ex PCI) quale è l'apporto materiale della Margherita al PD?
Quella sezione è stata acquistata con i contributi volontari di braccianti e contadini poveri (alcuni di loro si privarono di un pezzo di terra che misero in vendita per l’ acquisto della gloriosa sezione) in nome di un’idea che non può essere consentito a nessuno calpestare!! Alcuni di questi ''nuovi'' esponenti del PD per una vita hanno sputato veleno e calunnie su quella storia. Oggi deambulano indifferenti tra quelle mura. Hanno soldi a sufficienza per pagare un affitto. Basti pensare alle ricche indennità di carica che intascano (immeritatamente) gli attuali amministratori della città che al ''nuovo'' PD fanno capo. Propongo che con quell?affitto si dia vita ad una fondazione intitolata a Giuseppe Calasso, per promuovere studi sul mezzogiorno e promuovere le pratiche di buona amministrazione. Di cui a Copertino vi è immenso bisogno, soprattutto all?interno del ''nuovo'' PD.

Luigi del Prete

Nessun commento: