mercoledì 28 novembre 2007

via da me via con me

di Vito Antonio Conte

nel golfo del mio piegarmi

senza vele vorrei vederti

incontrarti per caso

esco a piedi

cammino per ore

ma non incontro

né il caso né te

*

nevica sui tuoi capelli

se ti chiamo

e poi mi guardi

in una strada intera di silenzio

e fa male

*

ti prendo per mano

e ti porto via

via da me via con me

lasciami fare

chiudi gli occhi tuoi

lascia le scarpe

dove ti porto non servono

lasciati amare

che altro non è che sfiorare

e lasciarsi sfiorare

*

soltanto per dire ogni cosa

intorno a me

in questo spazio minimo

che contiene un tempo lungo

la finestra aperta

si porta via il fumo

estenuo sempre un pensiero e

me ne sto qui indefinitamente

*

non c’è penna a fissare

umida parvenza

di tuo esistere

sfocato sullo specchio

dei giorni tuoi

Nessun commento: