mercoledì 11 luglio 2007

costabile VS bodini








A Specchia per Il Cinema del Reale dal 18 al 21 luglio 2007
i versi di franco Costabile incontrano e si con/fondono con quelli di Vittorio Bodini, in un lavoro di copy e poesia visuale a cura di mmmotus.

costabile VS bodini
Il verso è l'unità metrica della poesia, ma 'verso' vuol dire anche "andare a…", dare e darsi una direzione. Intonare sé al mondo, trovare assonanze, coniugazioni. Fare l'incontro! Franco Costabile e Vittorio Bodini "abitano" a Sud. Il loro sentire è pieno di Sud! Melanconia e solarità, rassegnazione ed irrequietezza, ripulsa e amore… La Calabria e la Puglia: pluralità di incanti e di dannazioni. Caratteri differenti, spirito e poetare diversi. Destini d'uomini, drammi e passioni anche questi diversi. Chè diverso è il respiro della terra, la sua natura, il mare, gli orizzonti e il "farsi" gli uomini, crescerli, in sensibilità e temperamento. "Qui non vorrei vivere dove vivere / mi tocca, mio paese, / così sgradito da doverti amare" scrive Bodini che vive ormai delle cose che i suoi occhi guardano. E diventa "ulivo e ruota di lento carro, siepe di fichi d'india, terra amara dove cresce il tabacco". Rimane lui, nell' "incantesimo / tra palazzi di tufo, / in una grande pianura. / Sulle rive del nulla". Rimane testimone, nel Sud del Sud a chiedersi: "dove si nasconde il senso delle cose che ho vissuto, / e il brividi lucenti / e i cieli d'avventura?", eccentrico e arguto critico, voce alta di un Salento in cerca di riscatto. L'altro no, è in fuga, da sé forse, dai suoi fantasmi e dal crudo d'una realtà che non lascia scampo: "Vi è un dolore di prima mattina / che il mondo non può capire / né raggiungere…" afferma Franco Costabile e scrive: "un giorno / anche tu lascerai / queste case, / dirai addio, / Calabria infame. / Solo / ma leale / servizievole, / ti cercherai / un'amicizia, / vorrai sentirti / un po' civile, / uguale a ogni altro uomo; / ma quante volte / sentirai risuonarti / bassitalia, / quante volte / vorrai tu restare solo / e ripeterti / meglio la vita / ad allevare porci."Diversi! Poeti entrambi!Franco Cassano nel suo studio su Leopardi "oltre il nulla" ci dice che il poeta di Recanati a differenza di Nietzche, "non dissocia mai il suo destino da quello dell'umanità e vede, proprio nella coscienza della comune fragilità, l'unica limitata salvezza". Di questa caratura Costabile e Bodini sono essenza, voci essenziali, voci-manifesto della "loro" umanità.

Mauro Marino

Nessun commento: